Lo scaffale dei poeti

Giacomo Leopardi – L’Infinito

L’Infinito

l infinitoSempre caro mi fu quest’ermo colle,
E questa siepe, che da tanta parte
Dell’ultimo orizzonte il guardo esclude.
Ma sedendo e mirando, interminati
Spazi di là da quella, e sovrumani
Silenzi, e profondissima quiete
Io nel pensier mi fingo; ove per poco
Il cor non si spaura. E come il vento
Odo stormir tra queste piante, io quello
Infinito silenzio a questa voce
Vo comparando: e mi sovvien l’eterno,
E le morte stagioni, e la presente
E viva, e il suon di lei. Così tra questa
Immensità s’annega il pensier mio:
E il naufragar m’è dolce in questo mare.

Giacomo Leopardi – L’Infinito – I Canti

Nato a Recanati, nel 1798, dal conte Monaldo, esponente di una cultura retriva, e da Adelaide Antici, donna dal carattere austero che per tutta la vita cercò di risanare il patrimonio familiare gravemente intaccato dal marito, il giovane Giacomo cresce e si forma in questo ambiente a volte chiuso, a volte ostile ai suoi progetti. Dedito allo studio sin dalla più tenera età, non solo apprende il latino e il greco, ma si spinge anche a imparare l’ebraico e altre lingue, come il francese, il sanscrito, l’inglese, lo spagnolo e il tedesco. Gli studi intensi che comprendono da un lato l’erudizione e la filologia e dall’altro le traduzioni e i commentari, gli rovinano in modo irreparabile la salute. Desideroso di uscire dal proprio ambiente angusto, solo nel 1822 ottiene dal padre il permesso per un viaggio a Roma. Ma il tanto agognato contatto con un’atmosfera culturale più vivace rispetto al borgo natio si conclude con una delusione e Leopardi torna al suo “sepolcro”. Negli anni che seguono saranno le meditazione filosofiche e morali a dominare i suoi pensieri e tutto questo fervore di argomenti, che spazia dalla natura alle illusioni, dal bello all’infelicità, è racchiuso nello sterminato diario intellettuale, che permette di conoscere sia l’uomo sia il poeta, che prende il nome di Zibaldone. Di primaria importanza è la sua teoria del piacere nella quale illustra come l’uomo, per propria natura, non possa fare a meno di amare se stesso e, pertanto, ne consegue che l’unico vero scopo sia quello di ottenere il piacere e con esso la felicità. Ma, la felicità, o vive nel ricordo e quindi nel passato o è collocata nel desiderio e quindi nel futuro e l’uomo non potrà mai possederla nel presente condannandosi a un eterno stato di insoddisfazione.
Lasciata Recanati nel 1825, con il consenso dei genitori, alterna periodi di lavoro letterario e periodi di miseria negli anni che seguono e che lo vedono a Milano, a Bologna, a Firenze, a Pisa. Staccatosi definitivamente dalla famiglia nel 1830 darà vita al sodalizio con Antonio Ranieri, letterato napoletano, che lo convincerà a trasferirsi nella più mite Napoli e che sarà al suo fianco nei suoi ultimi anni. Muore a soli 39 anni per idropisia polmonare (referto ufficiale) e unicamente grazie all’amico Ranieri le sue spoglie non verranno sepolte in una fossa comune, ma tumulate nelle cripta di San Vitale Martire, presso Fuorigrotta. Ma nemmeno nella morte, Giacomo Leopardi  troverà pace perché le sue spoglie saranno traslate, non a Recanati o a Firenze, accanto a quelle dei grandi italiani del passato, ma al Parco Vergiliano a Piedigrotta. La sua lapide fu dettata dall’amico Pietro Giordani che aveva incoraggiato e sostenuto il giovane Giacomo dopo averne letto la traduzione del II libro dell’Eneide.
L’esistenza dolorosa, che accompagna la sua formazione culturale, è contenuta nell’Epistolario. Oltre ai Canti, che sono l’opera più simbolica e rappresentativa di uno dei più grandi poeti dell’età moderna, urge ricordare anche le Operette morali, nelle quali la prosa tocca vette di un ragionamento sottile e di un’intensa ironia che portano il pessimismo personale a superare l’ottimismo altrui.

Lascia un commento

Cuccioli di cani e gatti in regalo da privati, cani da associazioni, gatti e cuccioli da allevatori di animali in tutta italia.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.
maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi