Saggi

Uomini e animali nel Medioevo

Uomini e animali nel Medioevo - Storie fantastiche e feroci Book Cover Uomini e animali nel Medioevo - Storie fantastiche e feroci
Chiara Frugoni
Il Mulino

Adamo, nello splendore del giardino dell’Eden, è circondato da animali che comunicano tra loro e che sono completamente vegetariani. Il primo uomo si appresta a dare il nome a ogni singolo essere vivente, chiamandoli a sé a uno a uno. Da questo punto in poi, la vita dell’uomo, non solo del primo, è concatenata a quella degli animali che lo aiuteranno o lo serviranno e gli saranno amici o nemici. Nel caravan serraglio temporale compreso tra GenesiMedioevo il nostro mondo si è popolato di bestie fantastiche, compassionevoli, immaginarie, temute, mitiche e reali. Leggende o verità?

5

Recensione

Un saggio bellissimo nel quale l’autrice, Chiara Frugoni, scandaglia meticolosamente il tracciato terreno degli animali partendo dalla loro, divina, creazione. Un libro che sembra quasi un compendio scolastico, ma che, invece, se ne allontana sin dalla prima pagina. Un testo che stupisce per l’ironia, la genuinità e il piglio impressogli da Frugoni, già a partire dalla breve introduzione «se possibile, da non saltare», cosa che vi sconsiglio di fare! Difficile non sovrapporre le personali e stentoree conoscenze con quelle che ci vengono presentate in un percorso preciso e lineare, sempre accompagnate da splendide immagine che inducono a una più attenta osservazione. Partendo dall’alba dei tempi e proseguendo sul dorso dei secoli, in un periodo storico in cui l’immaginario collettivo non era supportato da studi o conoscenze scientifiche, le leggende diventano enormemente reali e, soprattutto, temibili. Lupi, orsi e cinghiali popolavano abbondantemente i boschi e le foreste vicino ai quali si sviluppavano e crescevano gli insediamenti umani, mentre grifoni, unicorni, draghi e altre creature fantasiose spaventavano un popolo già impaurito. Gli animali assumevano, di conseguenza, i ruoli di predatori, antagonisti, ladri e assassini, come ampiamente spiegato nel capitolo 5, esattamente nel paragrafo “Processi agli animali: colpevoli o innocenti?”. Ma sarà proprio tutto vero? O sarà stato proprio l’uomo a ingigantire e a creare dal nulla credenze e timori che ancora oggi resistono nelle favole, nei proverbi e nelle tradizioni?

Un lessico, come accennato in precedenza, esaustivo e mai contorto o stucchevole accompagna tutte le pagine.
Bellissime le immagini contenute, tratte da mosaici, miniature, arazzi, sculture, spesso allargate in dettagli che permettono un approfondimento completo.
Deliziosa la copertina con “Vergine e unicorno” di M. Platearius, tratta da “Le livre des simples médecines”

Un plauso personale all’autrice, Chiara Frugoni: la dedizione produce sempre un frutto succoso.

Commenti

    • Grazie per il tuo commento, Corrado.
      Sono felice che la mia recensione ti sia piaciuta e ancora più felice di sapere che hai già letto questo meraviglioso saggio.

Lascia un commento

Cuccioli di cani e gatti in regalo da privati, cani da associazioni, gatti e cuccioli da allevatori di animali in tutta italia.